torna all'indice   note   avvertenze capitolo   tavola XIII.09   tavola XIII.11
TAV. XIII.10 - Arrivi e presenze negli esercizi alberghieri ed extralberghieri, negli alloggi privati e nelle
seconde case (1987-2021)
Arrivi
AnniEsercizi
alberghieri
Esercizi
extralberghieri
TotaleAlloggi
privati
Seconde
case
In complesso
19871.447.060304.0151.751.075460.859503.0502.714.984
20002.073.743491.0612.564.804473.969790.5273.829.300
20052.310.139569.9252.880.064558.225941.8914.380.180
20102.532.929667.1513.200.080559.0081.072.2644.831.352
20152.914.768869.1483.783.916567.0551.103.1815.454.152
20173.237.4091.052.7894.290.198589.8251.113.1835.993.206
20183.320.5791.095.2724.415.851600.3911.119.5766.135.818
20193.379.4521.148.7274.528.179614.5761.114.5766.257.331
20202.060.870701.1912.762.061431.200773.5873.966.848
20212.120.807869.9432.990.750389.856734.0594.114.665
Presenze
AnniEsercizi
alberghieri
Esercizi
extralberghieri
TotaleAlloggi
privati
Seconde
case
In complesso
19877.843.7022.497.33710.341.0397.520.0477.033.07924.894.165
200010.150.5572.965.01813.115.5755.184.2838.488.90226.788.760
200511.075.5913.436.55714.512.1485.451.4359.245.46029.209.043
201011.446.0473.745.19715.191.2445.230.7629.319.48729.741.493
201511.784.7904.285.78116.070.5714.942.2879.140.72930.153.587
201712.833.4314.942.59917.776.0304.997.4059.197.14531.970.580
201813.099.0625.056.93818.156.0005.039.7739.246.68832.442.461
201913.154.8525.276.19918.431.0515.110.0549.238.23532.779.340
20208.382.7563.318.38211.701.1384.114.7537.554.10323.369.994
20217.859.7194.087.16011.946.8793.567.1397.034.79422.548.812
Fonte: Istat - ISPAT, Istituto di statistica della provincia di Trento
TAV. XIII.10

A causa della difficoltà di una rilevazione omogenea della consistenza e dei flussi inerenti sia gli alloggi privati che le seconde case, si consiglia cautela nel raffronto temporale dei dati. I flussi turistici relativi alle seconde case vengono quantificati, talvolta, attraverso criteri di stima. Ad esempio, nel corso del 1993, l'ISPAT, Istituto di statistica della provincia di Trento, ha riclassificato (anche in base alle dichiarazioni dei proprietari) come “seconde case” una parte delle abitazioni che precedentemente erano conteggiate nell’universo degli “alloggi in affitto”; ciò ha determinato uno spostamento delle relative presenze dalla struttura extralberghiera alle seconde case.

CAPITOLO XIII - AVVERTENZE

Il presente capitolo fornisce le più importanti informazioni riguardanti il fenomeno turistico che si suddivide in dati di struttura e dati di flusso.
La consistenza delle strutture ricettive è riportata con dettaglio comunale, mentre i flussi turistici sono riportati a livello provinciale, quando in serie storica, e come aggregati di comuni nelle comunità di valle e negli ambiti territoriali omogenei, quando riferiti all’anno.
Gli ambiti territoriali omogenei, definiti dalla Legge Provinciale dell’11 giugno 2002, n. 8 capo III art. 8, individuati con delibera n. 2.929 del 22 novembre 2002 e successive modifiche, rappresentano la nuova geografia territoriale della promozione turistica del Trentino. Essi non coprono l’intero territorio provinciale: nelle aree residuali continuano ad operare le Pro Loco ed i Consorzi di Pro Loco.
A seguito di tali variazioni e della diversa aggregazione dei Comuni non è più possibile il confronto con dati pubblicati per ambito, relativamente agli anni precedenti il 2005.
I comuni che non fanno capo ad alcun Ente di Promozione Turistica sono indicati con la dicitura “Zone fuori ambito”.
Il territorio del comune di Treville (prima Ragoli) é in parte nell’ambito di Madonna di Campiglio - Pinzolo - Val Rendena ed in parte tra le Zone fuori ambito.
A partire dall’Edizione 1996 la struttura ricettiva ed il relativo movimento turistico sono riportati suddivisi in comparti: alberghiero ed extralberghiero, che assieme costituiscono gli esercizi ricettivi; sono invece disgiunti struttura e movimento degli alloggi privati e delle seconde case, che in precedenza formavano parte integrante della cosiddetta “struttura extralberghiera”. La finalità principale di tale suddivisione è quella di rendere omogeneo il confronto con i dati pubblicati dall’Istituto nazionale di statistica, che non rileva il movimento turistico nelle seconde case.
Gli “esercizi extralberghieri” comprendono: campeggi, strutture alpinistiche, agritur, esercizi rurali, affittacamere e CAV (Case appartamenti per vacanze gestiti in forma imprenditoriale), Bed & Breakfast, ostelli, case per ferie (tra cui foresterie, istituti religiosi, colonie) e campeggi mobili.
I dati relativi agli occupati si riferiscono esclusivamente al settore alberghiero, sono frutto di una media mensile e vengono rilevati in parte attraverso indagine diretta sulle strutture e in parte attraverso dati amministrativi.