torna all'indice   note   tavola IX.13   tavola IX.15
TAV. IX.14 - Imprenditoria giovanile, femminile, straniera e totale: imprese registrate
(2011-2021)
AnniImprese
giovanili
Imprese
femminili
Imprese
straniere
Imprese
totali
20114.9388.7833.12952.330
20154.8189.0373.38551.529
20174.8649.1323.35651.024
20184.8349.1293.36350.844
20194.8339.1903.52250.846
20204.6919.2233.65050.666
20214.8458.7063.91851.183
Fonte: Elaborazioni dell'Ufficio studi e ricerche della CCIAA su dati Unioncamere
TAV. IX.14

La Tavola riporta il numero di imprese giovanili, femminili, straniere e totali registrate alla fine degli anni considerati.

Le imprese registrate comprendono le imprese attive, inattive, sospese, liquidate, fallite e con procedure concorsuali in atto.

Si considerano imprese giovanili le imprese la cui partecipazione del controllo e della proprietà è detenuta in prevalenza da persone di età inferiore ai 35 anni. Il grado di partecipazione è desunto dalla natura giuridica dell'impresa, dall'eventuale quota di capitale sociale detenuta da ciascun socio e dalla percentuale di giovani presenti tra gli amministratori o titolari o soci dell'impresa. In generale si considerano giovani le imprese la cui partecipazione di giovani risulta complessivamente superiore al 50% mediando le composizioni di quote di partecipazione e di cariche amministrative detenute da giovani, per tipologia di impresa.

Si considerano imprese femminili le imprese in cui la percentuale di partecipazione femminile risulta superiore al 50%. Il grado di partecipazione femminile è desunto dalla natura giuridica dell’impresa, dall’eventuale quota di capitale sociale detenuta da ciascun socio donna e dalla percentuale di donne presenti tra gli amministratori o titolari o soci d’impresa.

Si considerano imprese straniere le imprese la cui partecipazione del controllo e della proprietà è detenuta in prevalenza da persone non nate in Italia. In generale si considerano straniere le imprese la cui partecipazione di persone non nate in Italia risulta complessivamente superiore al 50% mediando le composizioni di quote di partecipazione e di cariche amministrative detenute da stranieri.