torna all'indice   note   tavola VI.04   tavola VI.06
TAV. VI.05 - Valutazione quantitativa del servizio nido d'infanzia, per comunità di valle (anno educativo 2020/2021)
Comunità di ValleBambini di età
inferiore ai
3 anni
Capienza dei
nidi d'infanzia al
31/08/2021
Bambini in lista
d'attesa
Grado di copertura
della domanda
potenziale
Grado di copertura
della domanda
effettiva
Val di Fiemme 41698-23,6100,0
Primiero 21330214,193,8
Valsugana e Tesino 569905015,864,3
Alta Valsugana e Bersntol 1.34537414327,872,3
Valle di Cembra 25681931,690,0
Val di Non 9832556225,980,4
Valle di Sole 339108831,993,1
Giudicarie 8612221825,892,5
Alto Garda e Ledro 1.1472677123,379,0
Vallagarina 2.2188282037,397,6
Comun General de Fascia 227----
Altipiani Cimbri 9540-42,1100,0
Rotaliana-Königsberg 8101037112,759,2
Paganella 108----
Territorio Val d'Adige 2.9011.0708636,992,6
Valle dei Laghi 250251210,067,6
Provincia12.7383.59155228,286,7
Fonte: ISPAT, Istituto di statistica della provincia di Trento
TAV. VI.05

Nell’anno 2009 l'ISPAT, Istituto di statistica della provincia di Trento, ha ridefinito l'indagine sugli asili nido al fine di inquadrarla nel contesto dei servizi socio-educativi rivolti alla prima infanzia (bambini fino a 3 anni) offerti da enti pubblici e da soggetti privati nel territorio provinciale. All’interno del nuovo campo di osservazione rientrano vari tipi di servizio: nido d’infanzia, nido nei luoghi di lavoro, nido familiare - servizio Tagesmutter, servizio integrativo al nido d’infanzia e altri servizi a titolarità privata.
Si precisa che nelle Tavole si fa riferimento al servizio di nido e non alle strutture in cui esso viene erogato, per cui nella stessa struttura possono essere offerti più servizi.
La modalità di gestione diretta prevede che l'ente locale gestisca direttamente il servizio con proprio personale, mentre nella gestione indiretta l'ente locale, pur mantenendo la titolarità del servizio, ne affida a terzi la gestione.

Il numero dei bambini con età inferiore ai 3 anni è calcolato considerando la popolazione al 1° gennaio 2021; la capienza delle strutture di nido (posti autorizzati) è colta al 31 agosto (fine anno educativo); la lista d'attesa deriva dalla differenza tra le richieste del servizio e l'effettiva disponibilità a erogarlo, ed è stata rilevata considerando le domande, rimaste inevase, per l’inserimento dei bambini nell’anno educativo rilevato; il grado di copertura della domanda potenziale è dato dal rapporto percentuale tra la capienza delle strutture e i bambini residenti 0-2 anni; il grado di copertura della domanda effettiva, assunta come somma della capienza e dell'eventuale lista d'attesa, indica la percentuale di soddisfacimento della domanda espressa rispetto alla capienza delle strutture.